rossi

Store Talking: DAVIDE ROSSI, Direttore di LE GRU

STORE TALKING . Le storie. Le persone. Le Gru .

Diamo voce proprio a chi nel mall trascorre le sue giornate e con entusiasmo trasforma un semplice luogo di lavoro in un mondo ricco di opportunità e prospettive. Infatti i veri protagonisti dell’atmosfera di Le Gru sono loro, le 1500 persone che ogni giorno popolano il Centro per lavorare nei negozi, nei servizi e negli uffici e che raccontano le proprie storie personali: amicizie, amori, impegni, passioni e sogni.

Oggi vi raccontiamo la storia di DAVIDE ROSSI – direttore di Le Gru  

Prima o poi doveva toccare anche a lui! Simpatico e sempre accogliente, il protagonista di questa intervista è il Center Manager Le Gru ovvero il Direttore Davide Rossi. Dopo un percorso formativo che dalla laurea in Relazioni Pubbliche lo ha portato a Caserta, Roma e Venezia nel 2013 è arrivato a Le Gru. Da allora è “l’uomo al comando” ha antenne drittissime per captare le sensibilità, le richieste e le esigenze dei 180 esercenti del più grande mall del Piemonte. Lavorare a Le Gru per Davide è lavorare in famiglia con uno staff straordinario, ma è anche una sfida costante perché il Centro è un laboratorio di idee, anticipa le mode, i tempi e le tendenze con proposte sempre innovative. Oltre al grandissimo amore per la moglie, Davide ha due grandissime passioni. Prima di tutto la storia contemporanea, cui si dedica la sera leggendo una delle tante riviste - rigorosamente cartacee! - cui è abbonato, oppure uno dei libri di Tiziano Terzani che hanno ispirato la famiglia Rossi per molti dei tanti viaggi che sono stati occasione di scoperte e conoscenze. Probabilmente la passione per “il resto del mondo” gli è stata ispirata dalla mamma, responsabile dell’ufficio esteri, che raccontava l’emozione dei clienti thailandesi portati a vedere la loro prima neve o gli faceva usare la prima macchina fotografica Canon spedita direttamente dalla DDR. È dal nonno, invece, che Davide ha ereditato la passione per l’orto: fin da piccolissimo aiutava a piantare, sistemare, raccogliere e oggi ha coinvolto sia la famiglia che coltiva un orto verticale nel balcone di casa, sia i colleghi che raccolgono pomodori e zucchini sul terrazzo in ufficio! Unico problema? Capire – già all’università – che certe parole imparate dal nonno in bergamasco stretto non erano italiano! Sull’ultima pagina di Airone, la rivista naturalistica che leggeva da bambino, c’era sempre la pubblicità dell’orologio usato dagli astronauti nello spazio. Proprio quello è stato il regalo di laurea dei suoi nonni, e proprio quello è sempre al polso di Davide, che parte dalla sua storia per immaginare ogni giorno una nuova storia per Le Gru.

GUARDA L’INTERVISTA:  

QUI trovi gli altri Store Talking